Foto

San Michele

Il primo giovedì di maggio, un corteo di macchine accompagna al novenario la statua del santo in onore del quale, nei nove giorni seguenti, viene celebrata la novena e il rosario cantato in sardo; la statua di San Michele viene portata in tutti i "muristenes" come segno di benedizione.

La seconda domenica di maggio, il simulacro è riportato in corteo a Ghilarza.

Durante i festeggiamenti si organizzano manifestazioni di carattere folkloristico, sportivo, musicale e serate danzanti con balli in piazza. La domenica mattina, giorno della festa, tutti i novenanti si riuniscono nella piazza principale per assistere a "sa ditta" nella quale vengono messi all'asta prodotti tipici offerti da paesani e forestieri.