murales (x web)

Progetto "Adotta un cane"

  29/08/2019    |    Tematiche: Ambiente e territorio Associazioni Polizia Locale    |   

L'Amministrazione comunale ha previsto un contributo di € 250,00 annui, per un massimo di tre anni, per ogni adozione di cane randagio ospite presso il Canile rifugio gestito dall’Associazione di volontariato “I miei Amici” di Ghilarza.

 

 

Sono stabiliti i seguenti criteri per l’assegnazione del contributo:

 

1) il contributo è pari a € 250,00 annui, per un massimo di tre anni, per ogni adozione di cane randagio

 

ospite presso il Canile rifugio gestito dall’Associazione di volontariato “I miei Amici” di Ghilarza situato

 

nel Comune di Ghilarza in loc. Malosa.

 

2) l’erogazione del contributo sarà proporzionato, per il primo anno al periodo che va dalla data di

 

effettiva adozione del cane, come risultante da idonea documentazione rilasciata dal canile, al

 

successivo 31 dicembre, mentre per l’ultimo anno, dal primo gennaio alla data di scadenza del termine

 

triennale.

 

3) con cadenza semestrale, deve essere trasmessa alla Polizia Locale idonea certificazione rilasciata

 

dal medico veterinario attestante la buona condizione dello stato di salute del cane adottato.

 

4) il cane adottato non può essere detenuto da persona diversa dal beneficiario del contributo.

 

5) le comunicazioni di decesso, smarrimento, cambio di titolarità della proprietà del cane adottato ed

 

inviate obbligatoriamente dal proprietario all’ Azienda Tutela Salute territorialmente competente,

 

secondo le modalità e la tempistica previste dai Regolamenti sanitari vigenti, devono contestualmente

 

essere trasmesse alla Polizia Locale del Comune di Ghilarza.

 

6) in caso di affidamento temporaneo a terza persona del cane adottato, il beneficiario del contributo

 

economico è tenuto a darne tempestiva comunicazione scritta all’Ufficio di Polizia Locale, indicando i

 

dati dell’affidatario e la durata del periodo di affido temporaneo (che non potrà essere superiore a 30

 

giorni), per consentire gli accertamenti previsti.

 

7) il cambio di titolarità della proprietà del cane adottato a altra persona fisica del medesimo nucleo

 

familiare non comporta la decadenza del beneficio economico.

 

8) il Comune di Ghilarza si riserva di verificare, in qualsiasi momento e secondo le modalità di legge, lo

 

stato di salute e di ricovero del cane adottato.

 

9) le richieste di concessione contributo saranno esaminate secondo l’ordine di presentazione al

 

protocollo generale.

 

10) in caso di ammissione al contributo l’Ufficio di Polizia Locale provvede:

 

- a darne comunicazione al canile convenzionato per gli adempimenti di competenza ed il richiedente

 

deve provvedere a perfezionare la pratica di adozione entro 1 mese, pena la decadenza dal beneficio;

 

- il beneficiario si impegna a trasmettere entro 10 giorni copia della documentazione rilasciata dal

 

canile convenzionato attestante l’effettiva adozione del cane per cui ha diritto al contributo comunale

 

ai fini della definizione della pratica.

In allegato lo  schema di domanda e le linee guida per l'assegnazione del contributo